Località nell'entroterra

Ametllers en flor © Tolo Balaguer

Maiorca non è solo una destinazione balneare. Addentrarsi nell’entroterra dell’isola significa entrare nella Maiorca più rurale. È la meta ideale per chi cerca la calma, lontano dai luoghi turistici più frequentati.

Nei paesi, soprattutto in quelli più piccoli, la vita scorre più lentamente e si respira un'aria più genuina. Esplora il suo patrimonio : chiese parrocchiali, eremi, conventi, mulini... passeggia tra i mercati settimanali o partecipa alle feste e celebrazioni. È questo il modo perfetto per immergerti nella Maiorca più tradizionale. 

Oltre ai paesini affascinanti, ti aspettano tanti programmi , molti dei quali adatti alle famiglie: trekking e mountain bike; escursioni a eremi e santuari; visite a possessions, antiche dimore padronali, o visite guidate a cantine, frantoi, botteghe artigiane, ecc. 

Il paesaggio dell’entroterra è vario. Unisce querceti, pinete e gariga a campi coltivati a secco: cereali, mandorli, carrubi, ulivi, vigneti... L'immagine dei campi di mandorli in fiore che si può ammirare in inverno, tra i mesi di gennaio e marzo, fa innamorare tutti i viaggiatori che visitano questa parte dell'isola. Sebbene sia un territorio prevalentemente pianeggiante, il terreno presenta anche alcuni rilievi e zone montuose.

Per quanto riguarda l' alloggio , ci sono diverse opzioni. Dagli alberghi dell'entroterra ubicati nei centri urbani delle città agli alberghi rurali e alle aziende agricole (agriturismi). Alcuni santuari offrono i propri alloggi per coloro che desiderano un ritiro in un ambiente più spirituale.

Anche l' offerta gastronomica è molto variegata. Nei paesi dell'entroterra abbondano i ristoranti di cucina locale e le tipiche cellers, antichi locali dove si produceva e maturava il vino, e che sono stati trasformati in ristoranti di cucina tradizionale.

Maiorca è molto più di una destinazione balneare. Esplora il suo entroterra e scopri la sua essenza; la Maiorca più autentica.